,

Si Salvia chi può! Officinalis e non…

La Salvia Officinalis dell’Orto Botanico di Bologna

Il titolo è ovviamente un gioco di parole, ma in effetti  è giustificato dall’etimologia del nome: Salvia deriva infatti dal latino, e il termine si riferisce alle sue proprietà salutistiche (salus = salute, salvezza).

Presso i Romani la salvia doveva essere raccolta con un rituale particolare, senza l’intervento di oggetti di ferro, in tunica bianca e con i piedi scalzi e ben lavati.

Prima e dopo i Romani, dagli Egizi alla farmacopea medioevale, la salvia fu sempre apprezzatissima in erboristeria e non a caso Linneo le attribuì il nome di officinalis.

Oggi conosciamo molte varietà di Salvia, ma purtroppo per voi la Salvia Officinalis rappresentata in figura è una delle meno belle: le sue proprietà salutistiche ve la renderanno tuttavia molto più apprezzata delle altre varietà.

Una pianta salvifica, nel senso letterale del termine: la pianta viene impiegata per la cosmesi e la cura del corpo (in virtù del suo aroma) o per i suoi effetti salutistici, che la rendono molto efficace contro i disturbi della menopausa e nel controllo della sudorazione.

Qua sotto puoi trovare i principali prodotti che basano la propria azione sugli effetti questa pianta prodigiosa!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.