,

Si Salvia chi può! Officinalis e non…

La Salvia Officinalis dell’Orto Botanico di Bologna

Il titolo è ovviamente un gioco di parole, ma in effetti  è giustificato dall’etimologia del nome: Salvia deriva infatti dal latino, e il termine si riferisce alle sue proprietà salutistiche (salus = salute, salvezza).

Presso i Romani la salvia doveva essere raccolta con un rituale particolare, senza l’intervento di oggetti di ferro, in tunica bianca e con i piedi scalzi e ben lavati.

Prima e dopo i Romani, dagli Egizi alla farmacopea medioevale, la salvia fu sempre apprezzatissima in erboristeria e non a caso Linneo le attribuì il nome di officinalis.

Oggi conosciamo molte varietà di Salvia, ma purtroppo per voi la Salvia Officinalis rappresentata in figura è una delle meno belle: le sue proprietà salutistiche ve la renderanno tuttavia molto più apprezzata delle altre varietà.

Una pianta salvifica, nel senso letterale del termine: la pianta viene impiegata per la cosmesi e la cura del corpo (in virtù del suo aroma) o per i suoi effetti salutistici, che la rendono molto efficace contro i disturbi della menopausa e nel controllo della sudorazione.

Qua sotto puoi trovare i principali prodotti che basano la propria azione sugli effetti questa pianta prodigiosa!

, , ,

I poteri del Ginseng, Panacea di tutti i mali

Quante volte avete sentito dire che una certa cosa era “una panacea”?

Nel linguaggio di tutti i giorni con questo termine si indica qualsiasi cosa che faccia bene, ma in realtà la parola si riferisce a una pianta ben precisa: il Ginseng.

Il termine Panax è latino (panax, panacis) ed è derivato dal greco παν ἀκέια, pan (tutto) akèia (cura, rimedio), termine dal quale viene anche la parola latina e italiana panacea, panaceae, cioè “rimedio a tutti i mali”. Il termine ginseng viene dal cinese 人蔘/人参, (pinyin: rénshēn), ossia pianta dell’uomo.

Le sue proprietà salutistiche sono effettivamente le più svariate: tonificante, il suo effetto adattogeno è in grado di alterare la percezione del freddo, rendendolo più sopportabile.

Fin dall’antichità viene tradizionalmente impiegato anche per le sue virtù afrodisiache, dal momento che contiene una grande quantità di fitoestrogeni.

Le sue applicazioni sono veramente molte, e nel nostro negozio online potrete navigare tra i molti prodotti che lo contengono, ma attenzione: non tutti i Ginseng sono uguali!

Le proprietà salutistiche sono maggiori nel Ginseng di tipo coreano, più raro – e quindi costoso – di quello di origine cinese che può essere coltivato molto più facilmente: ci permettiamo quindi di consigliarti 3 prodotti che riteniamo particolarmente affidabili ed efficaci!

, , ,

Quel Diavolo di Artiglio

Conoscete l’Artiglio del Diavolo?

Questo nome inquietante si riferisce a una grossa radice che cresce fino a 4-5 metri di profondità ed emette dei filamenti a uncino con cui ancorarsi al terreno. Grazie a questa sua caratteristica può crescere anche in zone molto inospitali, con poca acqua e terreni brulli: le sue radici profonde sono in grado di arrivare dove si accumulano le risorse idriche più stabili e sicure anche in zone dove piove particolarmente poco.

La sua vita si svolge fondamentalmente sottoterra: anche i semi, infatti, crescono nel sottosuolo sviluppandosi su questi filamenti a uncino. Arrivati a maturazione, riescono a diffondersi (garantendo così la riproduzione della pianta) proprio grazie a questa forma particolare delle radici, che si “aggrappano” alle zampe degli animali raggiungendo così distanze anche molto lontane rispetto a quelle della pianta “madre”.

Abbiamo quindi compreso perché l’Harpagophytum procumbens – questo il nome scientifico della pianta –  si chiama “Artiglio”: ma che c’entra il “Diavolo”?

Gli animali che hanno la sventura di imbattersi in questa pianta sono essenziali per la sua diffusione in natura, ma spesso rimangono feriti dai suoi “artigli” e muoiono: le popolazioni africane, che tradizionalmente sfruttano i molti effetti salutistici della pianta, sono abituate a vedere piccoli roditori vinti dall’abbraccio mortale di queste radici.

Una pianta solo apparentemente diabolica, quindi!

Noi lo proponiamo in due prodotti, entrambi consigliatissimi per chi soffre di dolori articolari: uno contiene solo Artiglio del Diavolo, l’altro (il Thymus Compositum) contiene anche altre piante che ne coadiuvano l’effetto

Se sei in dubbio su quale fa al caso tuo, scrivici! Valuteremo il tuo caso nel dettaglio e ti consiglieremo al meglio.  🙂